XI Raduno Clab

Palaghiaccio Marino, Roma 20 Dic.

Il mio raduno

C'ero anch'io a Marino....inaspettatamente....ed stata un'esperienza unica. Non avevo mai preso parte ad un raduno ed ora so che fin'ora mi sono persa un Claudio completamente diverso, un Claudio che sta a casa sua, a suo agio, con i suoi amici. Un Claudio che non si risparmia, anzi, forse d qualcosa in pi. Ma d'altronde lui un grande sia nei grandi stadi che nei piccoli salotti. Grazie per le emozioni, per i battiti di cuore....so che chi legge mi comprende, ma non sempre facile descrivere quello che provo ascoltando la sua musica, le sue parole ancor pi se dal vivo. Dopo tanto tempo, finalmente, ho ricevuto il CD "Sono io l'uomo della storia accanto".... lo so, era ora!!! Lo dico anch'io... ma forse l'ho desiderato ancora di pi... tanto da aver fatto le 3 del mattino per ascoltarlo tutto e tutto d'un fiato come se avessi avuto una sete atavica e finalmente qualcuno mi avesse porto una bottiglia d'acqua... buonissima.... E' un turbinio di parole, di musica, di brividi che ti pervadono la schiena, che ti fanno venire la pelle d'oca... ascoltare le tue canzoni come vedere un film e commuoversi, ridere, sentirsi parte di un qualcosa molto pi grande di noi, condividere idee ed ideali o dolore per il dolore del mondo, ma anche sperare... sperare che qualcosa cambi, in meglio, che qualcosa si risolva. E' sperare che tu continui a creare musica e canzoni in quello che io, oramai, definisco uno "stato di grazia" (che dura pi o meno da una trentina di anni ma che negli ultimi venti andato decisamente in crescendo....). Leggere i tuoi testi come assistere alla creazione di un capolavoro di pittura... ogni parola, ogni frase sono messe l come pennellate sapienti che man mano creano immagini sempre pi concrete e che ti fanno sentire parte o primo spettatore del tutto.
Che dire..... grazie di esistere? Decisamente riduttivo... forse basta un GRAZIE.


Lilly '66

 

            TORNA ALL'INDICE